L’ex Carcere dell’isola di Procida è un imponente edificio sul mare, costituito dall’intervento urbano cinquecentesco realizzato nel finire del sec. XVI° per volere del Cardinale Innico d’Avalos dagli architetti Cavagna e Tortelli. D’Avalos con la costruzione del suo Palazzo fece realizzare l’attuale accesso a Terra Murata il cui borgo era accessibile solo dalla spiaggia dell’Asino dopo punta Lingua e grazie a questo collegamento si ebbe lo sviluppo urbano dell’isola con la nascita dell’insediamento del borgo della Corricella, la realizzazione del Convento di Santa Margherita Nuova e l’attuale architettura dell’abbazia di San Michele. Il Palazzo Signorile fu dal 1734 confiscato dai regnanti borbonici e istituiscono a Procida il primo sito Reale di caccia divenendo sia per Carlo III ma in particolare per Ferdinando IV residenza reale per la caccia, prima della realizzazione di Capodimonte e la Reggia di Caserta. Il complesso monumentale, dopo essere stato Palazzo Reale dei Borbone, tra i 22 beni allodiali della Corona, nel 1815 venne trasformato in scuola militare e poi nel 1830 in carcere del Regno con successivi ampliamenti che vennero realizzati dal 1840 per la nuova funzione di bagno penale, all’unità d’Italia carcere di massima sicurezza dello Stato italiano.

Orari e informazioni visite

Da maggio a settembre: 9.30 e 11.30 – 15.00 e 17.00
Da ottobre ad aprile: 9.30 e 11.30 e 14.00

INGRESSO CON PRENOTAZIONE E PAGAMENTO ON LINE ENTRO LE ORE 12.00 DEL GIORNO PRECEDENTE, OPPURE, ENTRO LO STESSO ORARIO, CON PRENOTAZIONE AL 333/3510701 E PAGAMENTO IN LOCO CON BANCOMAT O CARTA DI CREDITO.

Numero max per visita: 30 persone

I visitatori 30 minuti prima dell’orario prenotato dovranno presentarsi in Piazza d’Armi, in prossimità del cancello d’ingresso del Palazzo d’Avalos, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità. Qualora i dati anagrafici dei nominativi, indicati al momento della prenotazione, non coincidano con i dati risultanti dai documenti, non sarà consentito l’accesso.
I minori di 18 anni devono essere accompagnati da un adulto.

Giorni di apertura

Lunedì, martedì – mercoledì – giovedì – venerdì – sabato – domenica.

I siti saranno chiusi il lunedì nel periodo da ottobre a marzo.

Ubicazione ingresso: Via Salita Castello
Prezzi:

Biglietto d’ingresso per non residenti: 10 Euro

Biglietto d’ingresso per residenti: 5 Euro

Biglietto d’ingresso ridotto (ragazzi 18-25 anni): 5 Euro

 

Ingresso gratuito: età 0-18 anni; docenti e portatori di handicap.

Per le scolaresche: 5 euro a studente per la visita guidata.

 

Il punto di incontro dei visitatori è in Piazza d’Armi in prossimità del cancello di Palazzo d’Avalos. Il gruppo dei visitatori raggiungerà insieme agli accompagnatori delle Associazioni incaricate l’ingresso del tenimento agricolo o Spianata, con una sosta alla Chiesa di Santa Margherita, ove è possibile accedere ai servizi igienici per chi ne avesse l’esigenza durante la visita in oggetto.

1°: ingresso tenimento agricolo

2°: belvedere sulla cd. spiaggia dell’asino

3°: scala

4°: cortile rinascimentale

5°: piano terra Palazzo d’Avalos, fatta eccezione della seconda cella corridoio a sinistra; due celle centrali e 1 cella corridoio destro;

6°: piano superiore, fatta eccezione celle lato destro.

7° ingresso Edificio delle cd. “Celle Singole” o cubicolari

8° ritorno attraverso il percorso su descritto uscendo dall’ingresso del tenimento agricolo

9°: direzione ex carcere secondo il percorso delimitato e primo opificio.